Giornata Nazionale dell’olio extravergine

Sono “quasi diecimila agricoltori italiani scesi in piazza per la mobilitazione” a difesa dell’oro verde Made in Italy, nella Giornata nazionale dell’olio extravergine italiano in corso fuori e dentro il Mandela Forum di Firenze. Lo rende noto Coldiretti, che ha promosso oggi la manifestazione, a cui partecipa il presidente dell’associazione Roberto Moncalvo e a cui sono attesi anche il premier Matteo Renzi e i ministri Maurizio Martina e Andrea Orlando. “Avete preso i nostri marchi, non vi daremo le nostre piante”, “Chi acquista ha il diritto di sapere se quello che compra è veramente fatto in Italia”, “Piu’ trasparenza”, Spremiamo l’olio non i produttori” e “Stop agli inganni, salviamo il Made in Italy”, è scritto su cartelli e striscioni al Mandela Forum dove all’esterno sono parcheggiati “qualche decina di trattori”. Sotto accusa concorrenza sleale, speculazioni, mancanza di trasparenza e truffe che “mettono a rischio il futuro del prodotto piu’ rappresentativo della dieta mediterranea”. Coldiretti, in Italia quadruplicate le frodi nel 2015 “In Italia, nel 20015, sono quadruplicate le frodi nel settore degli oli e dei grassi con un incremento record del 278% del valore dei sequestri di questi prodotti perché adulterati, contraffatti o falsificati”. A denunciarlo, sulla base dell’attività del Nas dei carabinieri, la Coldiretti nel corso della Giornata nazionale dell’extravergine italiano al Mandela Forum di Firenze. In base poi a un sondaggio condotto online dall’associazione “al ristorante sono fuorilegge tre contenitori di olio su quattro (76%) perchè non rispettano l’obbligo del tappo antirabbocco”, e complessivamente “solo nel 24% dei casi viene servita una bottiglia di olio a norma”. “Nel 2015 – sottolinea la Coldiretti – sono stati effettuati dai Nas sequestri nel settore degli oli e grassi per 29,5 mln di euro con 58 persone segnalate all’autorità giudiziaria e ben 345 segnalate all’autorità amministrativa, a fronte di 2691 controlli che hanno consentito di individuare ben 401 irregolarità”. Tra le frodi piu’ comuni, si rileva ancora, la vendita di olio straniero come Made in Italy, diffuso anche il confezionamento di olio di semi che viene adulterato e spacciato come extravergine. Non mancano neppure gli inganni in etichetta “con indicazioni false o ingannevoli che riguardano anche la ristorazione”. Nella lotta alla contraffazione, il presidente di Coldiretti Roberto Moncalvo chiede “l’immediato superamento del segreto sulle aziende di destinazione degli oli di oliva importati dall’estero, ma anche una intensificazione dell’attività di controllo con l’ausilio delle valutazioni organolettiche per smascherare meglio le frodi”. Martina,in 2 anni 26mila controlli anti contraffazione Contro la contraffazione dell’olio “lavoriamo 7 giorni su 7: abbiamo rafforzato moltissimo i controlli, stiamo conducendo operazioni sperimentali e controllando tutti flussi: abbiamo fatto 26mila controlli in due anni, dando il segno di un paese leader su questo fronte”. Lo ha detto il ministro per le Politiche agricole Maurizio Martina, parlando a margine della Giornata nazionale dell’extravergine italiano organizzata da Coldiretti a Firenze. “Dobbiamo essere consapevoli – ha aggiunto – di avere un paese con un sistema di controlli invidiato in tutto il mondo”. Martina, su tracciabilità anticipare Ue Le grande sfide dell’agroalimentare “sono dare una maggiore informazione al consumatore, tracciabilità, etichettatura per le produzioni di qualità, e le dobbiamo vincere, anticipando anche alcune scelte, che magari si faranno più avanti, a livello europeo”. Lo ha detto il ministro per le Politiche agricole Maurizio Martina, a margine della Giornata nazionale dell’Extravergine italiano organizzata da Coldiretti a Firenze. A tutela della qualità dell’olio, ha spiegato, adesso “un’etichetta più chiara c’è, e tra le novità c’è anche l’ indicazione della data di raccolta, che in Italia abbiamo fortemente voluto. Come abbiamo fatto nell’olio in questi anni, lo abbiamo fatto anche nel lattiero caseario sperimentando l’origine in etichetta per primi con la Francia”.

Tratto da: http://www.gonews.it/2016/09/29/olio-coldiretti-10-000-piazza-difesa-quello-italiano/
Copyright © gonews.it